Caratteri del mutualismo, L’associazionismo mutualistico a Palermo, Catania, Messina, Ragusa, Siracusa, Agrigento, Trapani
LIBRO
Prezzo: 18.00€
Il filo rosso che unisce tutto è la politica, il rapporto tra questa e la sinistra, tra il sindacato e i lavoratori
LIBRO
Prezzo: 12.00€

Autonomia e progetto della rappresentanza sociale

Lunedì, 23 Aprile 2018 - 10:00
NAPOLI - Salone della CGIL - via Toledo 353
altri appuntamenti
Una storia vera ed emblematica del conflitto generazionale che attraversò l’Italia negli anni dal fascismo alla Repubblica
LIBRO
Prezzo:
Conoscere per trasformare Viaggio tra alcuni Istituti sindacali di ricerca e formazione in Europa e nel mondo
LIBRO
Prezzo:
altre pubblicazioni
riviste

Scopri le riviste pubblicate da Ediesse, puoi visitare i loro siti, acquistare un numero oppure abbonarti

rivista giuridica del lavoronotiziario della rivista giuridica del lavoro
rivista delle politiche socialiquaderni di rassegna sindacale
le rivsite di Ediesse
Ediesse
Poesie operaie - II EdizionePoesie operaie - II Edizione
Current View
Versione stampabile
Autori: Luigi Di Ruscio -
Parole chiave: poesie - Pci - operai - Fermo
Prefazione di: Angelo Ferracuti
Postfazione di: Massimo Raffaelli
Pubblicato nel: Giugno 2017
Pagine: 116
ISBN: 978-88-230-2086-3
LIBRO
Prezzo: 12.00€

«... Che Di Ruscio fosse venuto al mondo nella povertà del vicolo Borgia, a Fermo, che fosse un autodidatta, un muratore disoccupato e poi un militante di base nel Pci di Palmiro Togliatti, che infine fosse emigrato nel ’57 a Oslo per acquisire lo status per lui definitivo di operaio metalmeccanico nella fabbrica fordista (e nel cosiddetto paradiso socialdemocratico), tutto ciò era senz’altro la materia prima, peraltro mai abiurata, della propria condizione personale ma non bastava affatto né basta oggi a spiegare, tanto meno ad esaurire, lo spessore della sua voce poetica, il ritmo e il tono inimitabile della sua pronuncia. La quale è una splendida eccezione, una assoluta singolarità, nel panorama della poesia italiana del secondo Novecento. Non un poeta-operaio come pure e sbrigativamente si è detto tante volte, quasi si trattasse di sommare il sostantivo all’aggettivo, o viceversa, ma un poeta capace di introiettare/metabolizzare/rielaborare la condizione operaia alla stregua della condizione umana tout court. La marginalità, il lavoro in fabbrica, un orizzonte politico che il dopoguerra presto richiude, qui in Italia come altrove, ne sono insieme i fondali e i referenti...».
(Dalla postfazione di Massimo Raffaeli)

Luigi Di Ruscio ha curato per ediesse:

Non ci sono altri libri curati da questo autore per Ediesse.