Più di cento voci per lanciare anche un messaggio d’amore al lavoro,troppo spesso malpagato e precario. Ma che fa parte della vita
LIBRO
Prezzo: 15.00€
A cura di:
Scritti e testimonianze di storici, scrittori, critici letterari, registi cinematografici.
LIBRO
Prezzo: 13.00€

Non ci sono eventi in programma. Presto verranno inseriti.
Puoi vedere gli ultimi appuntamenti cliccando sul pulsante in basso.
Ediesse

altri appuntamenti
Un’Italia nascosta e più vera, cuore antico della nazione, che prima del terremoto sembrava non esistere
LIBRO
Prezzo:
altre pubblicazioni
riviste

Scopri le riviste pubblicate da Ediesse, puoi visitare i loro siti, acquistare un numero oppure abbonarti

rivista giuridica del lavoronotiziario della rivista giuridica del lavoro
rivista delle politiche socialiquaderni di rassegna sindacale
le rivsite di Ediesse
Ediesse
Il delitto Moro e la deriva della democraziaIl delitto Moro e la deriva della democrazia
icona sfoglia
Current View
Versione stampabile
Parole chiave: politica - Italia - democrazia - Aldo Moro
Pubblicato nel: Aprile 2012
Pagine: 148
ISBN: 88-230-1650-7
LIBRO
Prezzo: 10.00€

Il libro – costituito da alcuni saggi e studi recenti (2008-10) – propone un’interpretazione della crisi politica del paese che vede l’origine della fase attuale nella sconfitta della politica di solidarietà democratica. L’omicidio di Aldo Moro (1978), l’uomo politico che con maggior lucidità aveva diagnosticato l’incipiente crisi di regime e stava lavorando a una ricomposizione degli equilibri politici, non segnò solo la fine della politica di solidarietà. Quell’episodio, anche per le sue modalità, interruppe il percorso del progetto democratico-costituzionale che era stato alla base della rinascita del paese, con la conseguenza di snaturare il senso della convivenza nazionale e costringere le istituzioni repubblicane a torsioni innaturali. Dopo il delitto Moro la politica italiana si è caratterizzata per una linea di divisione (che si è ripresentata in varie forme: il preambolo Dc nel 1980, il craxismo, il berlusconismo) che ha comportato l’esclusione «programmatica» di settori essenziali della società (sia masse, sia élite politiche) dall’esercizio del potere. Questa linea di divisione (che perdura ed è all’origine della crisi politica attuale) caratterizza, da oltre un trentennio, una fase di declino civile e politico del paese che la cultura e la politica democratiche non hanno ancora valutato in tutta la sua portata.

Francesco M. Biscione ha scritto per ediesse:

Non ci sono altri libri scritti da questo autore per Ediesse.

Francesco M. Biscione ha curato per ediesse:

Non ci sono altri libri curati da questo autore per Ediesse.