Pratiche di sostegno all’autoregolazione. Suggerimenti per i consumatori.
LIBRO
Prezzo: 18.00€
A cura di:
I valori della civiltà occidentale alla prova delle migrazioni. Nuove schiavitù, lavoro gravemente sfruttato e immigrazione.
LIBRO
Prezzo: 20.00€

La società della prestazione

Lunedì, 30 Ottobre 2017 - 17:30
Empoli - Libreria Rinascita - Via Ridolfi 53
altri appuntamenti
La Programmazione negoziata in Sardegna Il giudizio sulla Programmazione negoziata Riflessione politica-economica per il futuro.
LIBRO
Prezzo:
Tecniche e indicatori per lo studio del capitale sociale. Il capitale sociale alla prova
LIBRO
Prezzo:
altre pubblicazioni
riviste

Scopri le riviste pubblicate da Ediesse, puoi visitare i loro siti, acquistare un numero oppure abbonarti

rivista giuridica del lavoronotiziario della rivista giuridica del lavoro
rivista delle politiche socialiquaderni di rassegna sindacale
le rivsite di Ediesse
Ediesse
Atlante dei distrettiAtlante dei distretti

Come cambia la struttura industriale dell’Italia

icona sfoglia
Current View
Versione stampabile
Prefazione di: Agostino Megale
Pubblicato nel: Gennaio 2008
Pagine: 368
ISBN: 88-230-1235-6
LIBRO
Prezzo: 18.00€

L’atlante dei distretti è un’analisi degli assetti produttivi presenti sul territorio italiano eseguita attraverso lo studio delle singole unità territoriali definite sistemi locali del lavoro. La scelta di studiare i fenomeni economici partendo dalle unità territoriali ha permesso di cogliere la trasformazione della struttura produttiva italiana avvenuta nel corso degli anni novanta. Un decennio particolarmente delicato per il modello produttivo che caratterizza il sistema economico nazionale: quello dei distretti industriali. L’atlante disegna quindi una vera e propria mappa dello stato dell’economia italiana a livello territoriale, definendo con particolare attenzione le diversità e i punti di convergenza che emergono dalle diverse aree che compongono il paese. Particolare attenzione è stata dedicata ai sistemi locali del Mezzogiorno, per cui sono stati individuati ulteriori criteri per definire quelli che potrebbero essere considerati come nuovi distretti industriali. Infine, si approfondisce una tematica che può rivelarsi di particolare interesse per lo sviluppo locale dei territori, quella dei distretti o cluster tecnologici. Concentrazioni territoriali di attività produttive che rientrano nell’ambito del comparto delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Tic) e che possono rappresentare un nuovo volano per lo sviluppo produttivo del paese.