home page

l licenziamento del lavoratore tossicodipendente: profili e ipotesi di legittimità

copertina
Nel numero:
ANNO LXVII - 2016 - 4
Articolo scritto da:
Parole chiave: Licenziamento individuale -
È legittimo il licenziamento disciplinare comminato dal datore di lavoro in capo al lavoratore tossicodipendente purchè il predetto licenzimento non trovi fondamento sullo stato di tossicodipendenza vantato dal lavoratore ma, bensì, rappresenti lo sviluppo di un’attenta indigine volta ad appaurare sia la definitiva compromissione del rapporto fiduciario esistente tra datore di lavoro e lavoratore chè l’impossibilità di auspicare e/o di prevedere un futuro corretto adempimento, da parte del lavoratore stesso, delle obbligazioni assunte alla nascita del rapporto di lavoro.
;

Abbonandoti puoi leggere e scaricare l'articolo completo

Cassazione, N.9759-12 Mag 2016

(Cassazione
N:9759 - 12 Mag 2016)

Pres. ed Est. Bronzini, P.M. Finocchi Ghersi (Conf.) – B.D. (avv. Rimmaudo) c. Poste italiane Spa (avv. Pessi). Conf. Corte d’Appello di Genova, 9.4.2013

Note: l licenziamento del lavoratore tossicodipendente: profili e ipotesi di legittimità
Parole chiave: Licenziamento individuale ::

Licenziamento individuale – Sanzione disciplinare – Lavoratore tossicodipendente – Inadempimento contrattuale – Violazione del vincolo fiduciario – Estinzione e risoluzione del rapporto di lavoro – Legittimità.

È legittimo il licenziamento comminato al lavoratore tossicodipendente che abbia fatto venir meno il rapporto di fiducia con il datore di lavoro attraverso comportamenti contrari ai doveri assunti nei confronti di quest’ultimo e tali da recare pregiudizio alla regolarità del servizio e alla sicurezza dei terzi e di se stesso.
abbonati
Abbonandoti puoi leggere e scaricare la sentenza completa