home page

diritti sociali

Il ruolo potenziale dei diritti sociali fondamentali nel Trattato costituzionale dell’Unione europea

Articolo scritto da:
SOMMARIO: 1. Premessa. — 2. Sull’opportunità di una indagine che valorizzi il carattere normativo del modello sociale dell’Unione europea. — 3. L’adesione dell’Ue alla Convenzione europea dei diritti dell’uomo. — 4. L’incorporazione e la rinnovata posizione dei diritti fondamentali. — 5. L’ambito di applicazione della Carta di Nizza dopo la transizione costituzionale. — 6. L’impatto dei nuovi diritti sociali fondamentali nella definizione del modello sociale europeo.
abbonati
articolo completo visibile solo da utenti abbonati

Legalità e accesso alle prestazioni sociali agevolate: l’indicatore della situazione economica equivalente

Articolo scritto da:
L'autore, oltre ad analizzare, l'evoluzione normativa della definizione dell'Isee dal d.lgs n. 109/1998 alla più recente revisione dell'indicatore (d.P.c.m. n. 159/2013) evidenzia come la fruizione agevolata di determinate prestazioni sociali è indirizzata a un ambito circoscritto di beneficiari selezionati sulla base dell’Indicatore; all’impostazione generale di carattere universalistico è associata la selettività della condizione economica.
abbonati
articolo completo visibile solo da utenti abbonati

La tutela dei diritti previdenziali e assistenziali nella crisi

Il saggio introduce il tema affrontato in questo numero della Rivista: la tutela dei diritti previdenziali e assistenziali alla luce dei vincoli economici fissati dalla legislazione europea e dalla norma imperativa sul pareggio di bilancio nella nostra Costituzione. L'A. fornisce un quadro della complessità della materia previdenziale attraverso l'analisi delle tendenze di medio e lungo periodo del sistema pensionistico (Relazione della Ragioneria generale dello Stato) e delle novità legislative nel settore previdenziale intervenute sino al mese di settembre del 2013.
abbonati
articolo completo visibile solo da utenti abbonati

La politica sociale nel Trattato di Lisbona

Articolo scritto da:
Dopo avere ripercorso le origini e gli sviluppi della politica sociale, l’autore esamina le norme del Trattato di Lisbona concernenti specificamente la politica sociale, nonché le altre che si flettono su di essa, a cominciare dal principio di sussidiarietà. Tra le innovazioni si segnala l’art. 152 TFUe, il quale riconosce il ruolo del dialogo tra le parti sociali a livello europeo. L’autore rileva nel Trattato di Lisbona una più accentuata sensibilità per il progresso sociale, come risulta dalla enunciazione degli obiettivi dell’Unione ed è confermato dal nuovo concetto di economia sociale di
abbonati
articolo completo visibile solo da utenti abbonati

I diritti sociali nell’economia globale

English abstract
Articolo scritto da:
Il presente studio analizza la frammentazione dei diritti sociali attraverso l’analisi dell’impatto delle scelte imprenditoriali sui diritti dei lavoratori, osservato in vari ambiti di regolazione: diritto societario, finanziario e commerciale. Ogni ambito di regolazione riconosce una posizione ai diritti sociali, ma lo fa in modo diverso rispetto al diritto del lavoro. Il risultato è un conflitto fondamentale tra i princìpi fondanti i diritti sociali all’interno dell’economia globale.
abbonati
articolo completo visibile solo da utenti abbonati

Il Piano del lavoro nuove pratiche di concertazione territoriale

English abstract
Articolo scritto da:
Il contributo traccia un sintetico quadro della situazione economica e del lavoro in Italia. Evidenziati gli effetti controproducenti delle «richieste dell’Ue», soprattutto su alcuni settori produttivi che necessiterebbero di innovazione di prodotto, e la scarsa efficacia dei provvedimenti dell’attuale compagine governativa in termini di rilancio degli investimenti e di creazione dell’occupazione, si illustrano le linee guida del Piano del lavoro della Cgil.
abbonati
articolo completo visibile solo da utenti abbonati

Il ruolo della soft-law nella protezione multilivello dell’autonomia collettiva

English abstract
Il saggio si sofferma sui meccanismi attraverso cui gli international labour standards si vanno diffondendo, in particolare sull’utilizzo e la valorizzazione da parte dei giudici della softlaw prodotta dai comitati di controllo internazionali. Il fenomeno descritto sembra avere un impatto particolarmente favorevole sulla tutela dei diritti sociali collettivi, come emerge da alcune sentenze della Corte Edu in materia sindacale.
abbonati
articolo completo visibile solo da utenti abbonati

Effettività dei diritti sociali e giustizia del lavoro

Articolo scritto da:
SOMMARIO: 1. Proposte di rinnovamento del processo del lavoro. — 2. Le conciliazioni. — 3. Gli Arbitrati (rinvio). — 4. Controversie in materia di licenziamenti, e trasferimenti. — 5. Controversie previdenziali. — 6. Misure di razionalizzazione dell’«esistente».
abbonati
articolo completo visibile solo da utenti abbonati

Imprese transnazionali e trattati di libero scambio: il difficile cammino del diritto del lavoro

Presentazione del fascicolo della Rivista che intende contribuire a una riflessione aggiornata sul tema del processo della internazionalizzazione dei mercati. I saggi si interrogano sui nessi che collegano la liberalizzazione degli scambi, l'integrazione dei mercati e i diritti sociali, e dunque sugli effetti prodotti su quei diritti dai trattati di libero scambio e dall’attività delle organizzazioni internazionali interessate. Il tutto in una prospettiva capace di connettere i tradizionali congegni del diritto internazionale del lavoro con quelli del diritto del commercio mondiale.
abbonati
articolo completo visibile solo da utenti abbonati

Deprivazione materiale, assistenza sociale e diritti sulle cose

English abstract
Articolo scritto da:

Nel numero

ANNO LXV - 2014 - 2
Il saggio analizza gli effetti di contrasto alla deprivazione materiale attuato mediante l’assistenza sociale. Il che viene sviluppato fissando nella dignità umana (status positivus), da una parte, il limite esterno alla legislazione, nazionale ed europea, e al complicato quadro delle competenze Stato-Regioni, nonché, dall’altra, per ragioni di saldi-equilibri finanziari pubblici, il piano tecnico-giuridico entro cui muovere il bilanciamento sui diritti sociali a soddisfazione necessaria, tra norme costituzionali di protezione e nuove norme costituzionali di sostenibilità economica.
abbonati
articolo completo visibile solo da utenti abbonati