sanzioni

Corte costituzionale, N.260-11 Dicembre 2015

(Corte costituzionale
N:260 - 11 Dicembre 2015)

Pres. Cartabia, Est. Sciarra – Fondazione Teatro Maggio Musicale Fiorentino c. M.M.G.

Note: Fondazioni lirico-sinfoniche e contratti di lavoro a termine
Parole chiave: contratti a termine :: disciplina :: sanzioni ::

Contratto a termine – Fondazioni lirico-sinfoniche – Disciplina – Trasformazione in soggetti di diritto privato – Rinnovi che comporterebbero la trasformazione del rapporto – Divieto – Nullità dei rinnovi – Legge di interpretazione autentica – Violazione delle norme sul la stipula dei contratti a termine, sulle proroghe e rinnovi – Stabilizzazione del rapporto – Inapplicabilità – Legge interpretata – Significato letterale – Univocità – Contrasti ermeneutici – Inesistenza – Illegittimità costituzionale.

È costituzionalmente illegittimo l’art. 40, c. 1-bis del d.l. 21.6.2013, n. 69, convertito, con modificazioni, dall’art. 1, c. 1, della legge 9.8.2013, n. 98, nella parte in cui prevede che l’art. 3, c. 6, primo periodo, del d.l. 30.4.2010, n. 64, convertito, con modificazioni, dall’art. 1, c. 1, della legge 29.6.2010, n. 100, si interpreta nel senso che alle fondazioni lirico-sinfoniche, fin dalla loro trasformazione in soggetti di diritto privato, non si applicano le disposizioni di legge che prevedono la stabilizzazione del rapporto di lavoro non solo come conseguenza della violazionedelle norme sulla proroga e ripetizione dei contratti, ma anche come conseguenza della violazione di qualsiasi norma in materia di stipula di contratti di lavoro subordinato a termine
abbonati
Abbonandoti puoi leggere e scaricare la sentenza completa

Questioni in tema di decadenza dall’impugnazione del contratto a termine e regimi sanzionatori, tra vecchi e nuovi problemi

Articolo scritto da: Antonio Preteroti

Il contributo analizza, in una prima parte, la disciplina della decadenza introdotta dalla l. n. 183/2010 e la sua evoluzione con riferimento all’impugnazione del contratto a tempo determinato, soffermandosi specialmente sulle questioni dell’ambito di applicazione e dell’operatività dei termini di decadenza. Nella seconda parte del contributo, l’Autore esamina i rimedi e le tecniche di tutela predisposti dall’ordinamento per sanzionare la violazione delle regole d’uso della flessibilità a termine.