home page

sicurezza sociale

Diritto alla sicurezza sociale e divieti di discriminazione

Articolo scritto da:
L'Autrice ricorda come anche i rapporti fra tutela welfaristica e tutela antidiscriminatoria sono molto stretti; essi agiscono, però, nella stessa direzione, e non per controbilanciarsi. Si tratta di due diversi rimedi contro la diseguaglianza. Come i sistemi di welfare hanno come scopo quello di controbilanciare le diseguaglianze prodotte dal mercato, così il diritto antidiscriminatorio nasce e si sviluppa per combattere le differenze che si traducono in esclusione. Welfare e eguaglianza devono dunque andare insieme.
abbonati
articolo completo visibile solo da utenti abbonati

Le politiche regionali di contrasto alla povertà e di inserimento sociale e lavorativo

English abstract
L’articolo intende fornire una ricognizione dei provvedimenti regionali in materia di contrasto alla povertà partendo dalla mancanza in Italia di una misura economica stabile di livello nazionale fino alle politiche locali. L’Autrice cerca di procedere a una catalogazione delle stesse, evidenziando tratti comuni e differenze: misura economica (quantum, durata ed eventuali misure ulteriori), criteri di selettività e condizionalità.
abbonati
articolo completo visibile solo da utenti abbonati

I regolamenti europei di sicurezza sociale nella recente giurisprudenza della Corte di Giustizia

English abstract
Il saggio ricostruisce le più recenti linee interpretative tracciate dalla giurisprudenza della Corte di Giustizia con riferimento ai diversi aspetti della disciplina europea di coordina- mento dei regimi nazionali di sicurezza sociale, di cui ai Regolamenti n. 1408/1971 e n. 883/2004.
abbonati
articolo completo visibile solo da utenti abbonati

Osservatorio. La Corte Costituzionale. Le decisioni nel trimestre ottobre-dicembre 2012. Sicurezza sociale.

Indennità di maternità per le lavoratrici a progetto. Liveas, non autosufficienza e competenza regionale. Retribuzioni estere e calcolo della pensione.
abbonati
articolo completo visibile solo da utenti abbonati

Sicurezza sociale

Articolo scritto da:
Parole chiave: sicurezza sociale
SOMMARIO: 1. Indennità di fine rapporto e danno erariale. — 2. Maternità e liberi professionisti. — 3. Pignorabilità delle pensioni dei notai. — 4. Reversibilità per studenti orfani dei sanitari. — 5. Ricongiunzione contributiva per liberi professionisti. — 6. Statali non di ruolo e indennità di fine rapporto. — 7. Stranieri invalidi e trasporto pubblico in Lombardia.
abbonati
articolo completo visibile solo da utenti abbonati

Sicurezza sociale

Articolo scritto da:
Parole chiave: sicurezza sociale
SOMMARIO: 1. «Bonus bebè» e competenze regionali — 2. Congedo parentale per il coniuge del disabile.
abbonati
articolo completo visibile solo da utenti abbonati

Osservatorio della Corte Costituzionale. Le decisioni nel trimestre aprile-luglio 2015. Sicurezza sociale.

Articolo scritto da:
perequazione delle pensioni
abbonati
articolo completo visibile solo da utenti abbonati

Per la terza volta all'attenzione della consulta il trattamento previdenziale dei direttori delle aziende sanitarie

Il Tribunale civile di Trento, sez. lav., con ordinanza del 17 gennaio 2013, in corso di pubblicazione in G.U., ha dichiarato rilevante e non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell’ art. 3bis, comma 11, del d. lgs. 30.12.1992, n. 502 (inserito dall’ art. 3, comma 3, del d. lgs. 19.6.1999, n. 229), nella parte in cui comporta oneri aggiuntivi per il bilancio dell’ I.N.P.S. gestione ex INPDAP. La questione, dunque, ritorna alla attenzione della Consulta per la terza volta, dopo essere stata già scrutinata con precedenti sentenze nn. 351/2010 e 119/2012.
abbonati
articolo completo visibile solo da utenti abbonati

Tribunale di Trento, N.ordinanza-17 Gennaio 2013

Pensione – Indennità premio di servizio – Modalità di calcolo – Questione di legittimità costituzionale dell’art. 3-bis, comma 11, del d.lgs. 30 dicembre 1992, n. 502.

È rilevante e non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 3-bis, co. 11, d.lgs. 502/92, nella parte in cui, commisurando la indennità premio di servizio, ex artt. 2 e 4, l. 152/68, secondo il parametro del trattamento retributivo effettivamente percepito dal dipendente pubblico in relazione all’incarico conferitogli di direttore generale o di direttore amministrativo o di direttore sanitario delle aziende e degli enti del Servizio sanitario regionale e delle Province autonome, in luogo del precedente parametro costituito dal trattamento retributivo previsto in relazione al rapporto di lavoro dipendente, comporta oneri aggiuntivi per il bilancio dell’Inps gestione ex Inpdap senza indicare i mezzi per far fronte alle nuove e maggiori spese.
abbonati
Abbonandoti puoi leggere e scaricare la sentenza completa

La Corte di Cassazione, sezione lavoro, anno 2011

Premessa. Tutela contro gli infortuni e le malattie professionali. Trattamenti per vecchiaia e invalidità. Trattamenti di riversibilità. Prestazioni previdenziali per i lavoratori agricoli. Trattamenti per disoccupazione, mobilità, lavori socialmente utili. Benefìci per esposizione all’amianto. Prestazioni assistenziali. Obblighi e benefìci contributivi. Indebito previdenziale.
abbonati
articolo completo visibile solo da utenti abbonati

Sicurezza sociale

Articolo scritto da:
Parole chiave: sicurezza sociale
SOMMARIO: 1. Pignorabilità delle pensioni dei giornalisti. — 2. Reversibilità della pensione indiretta di guerra.
abbonati
articolo completo visibile solo da utenti abbonati