login_rps_multi

Username:

Password:

Hai perso la password?

Username:

Password:

Retrieve lost password

calls

eventi_rps

RPS 1 2017

Sono online i free text relativi al Tema del n. 1/2017: Servizio Sociale e welfare.

[...]
vai all'archivio degli eventisee all the happenings
firefox
Valid XHTML 1.0 Strict

Rubrica

Osservatorio Europa

Osservatorio Europa. Nota periodica di informazione sulle principali notizie relative all’azione sociale dell’Ue

Articolo scritto da:

Nel numero

Populismi in Europa

Nella Sezione: Rubrica

Gli ultimi mesi del 2011 sono stati segnati dal rafforzamento del coordinamento europeo in materia di politiche economiche e di bilancio. L’austerità appare ancora l’obiettivo centrale dell’azione europea. Visto il loro impatto sulla dimensione sociale dell’Ue e sulla vita dei cittadini, a questo tema sarà dedicata buona parte dell’«Osservatorio Europa» di questo numero. Saranno analizzati anche i temi più propriamente sociali: la disoccupazione è ovviamente tema centrale, al pari della ristrutturazione industriale, degli aiuti ai più vulnerabili e della gestione dei servizi d’interesse economico generale. Si farà anche il punto sullo stato dell’implementazione del diritto comunitario in Italia: purtroppo ancora l’ultima della classe.
articolo completo visibile solo da utenti abbonati

QUESTIONE SOCIALE E NEOPOPULISMI

Neopopulismi: quale sfida per l’azione sociale del sindacato?

Articolo scritto da:

Nella Sezione: Rubrica

Che cosa deve fare il sindacato per essere ancora, nello straordinario mutamento di fase che si è aperto con la crisi del 2008, un attore sociale e istituzionale di prima grandezza? Da tempo svariati movimenti neopopulisti insidiano, in vario modo e con diversi argomenti, la pretesa del sindacato di rappresentare monopolisticamente gli interessi generali dei governati e, persino, quelli particolari dei lavoratori. Per far fronte a questa sfida esistenziale, il sindacato è chiamato, prima di tutto, a comprendere il nucleo di verità sotteso alle domande di sicurezza patrimoniale e identitaria di cui i neopopulismi sono espressione. Le pericolose derive sovraniste, nazionaliste, xenofobe del neopopulismo possono essere combattute solo radicalizzando il loro contenuto e portando il conflitto a una nuova fase costituente.
Parole chiave: sindacato :: nepopulismo ::
articolo completo visibile solo da utenti abbonati

Osservatorio Europa

Osservatorio Europa. Nota periodica di informazione sulle principali notizie relative all’azione sociale dell’Ue

Articolo scritto da:

Nel numero

I lavoratori poveri

Nella Sezione: Rubrica

Questo numero di «Osservatorio Europa» ci offre ancora una volta l’opportunità di fare il punto della situazione sugli eventi più importanti per la dimensione sociale dell’Unione europea (Ue). Gli ultimi mesi sono stati caratterizzati dalla volontà di rafforzare ulteriormente il coordinamento delle politiche economiche e di bilancio nel quadro del Secondo semestre europeo. L’ulteriore tratto significativo è stato la rinegoziazione del trattato che istituisce il Meccanismo europeo di stabilità (Mes) e il cammino verso un trattato internazionale tra gli Stati membri della Zona euro. Parallelamente, gli Stati membri dell’Unione stanno cercando di impostare un progetto di sviluppo che vada al di là del rigore, sottolineando l’importanza degli investimenti in favore dei giovani.
articolo completo visibile solo da utenti abbonati

Osservatorio Europa

Osservatorio Europa. Nota periodica di informazione sulle principali notizie relative all’azione sociale della Ue

Articolo scritto da:

Nella Sezione: Rubrica

La concretizzazione delle decisioni del Consiglio europeo del giugno 2012 e dei Capi di Stato e di governo della zona euro sarà lunga e difficile. Le misure proposte pretendono infatti di realizzare un’Unione bancaria e fiscale senza aver prima costruito un’Unione politica. Nel frattempo, le condizioni di accesso ai mercati finanziari di diversi paesi come la Spagna e l’Italia sono sempre peggiori, mentre la Germania beneficia, tra le altre cose, di prestiti a tassi zero o vicino allo zero. Di fronte a una simile situazione problematica, molti scommettono sul crollo dell’euro, e questo nonostante la moltiplicazione dei discorsi sulla sua irreversibilità da parte dei leader delle istituzioni europee, primo tra tutti il presidente della Banca centrale europea che, pur non avendo un «ruolo politico» è davvero un’istituzione dell’Unione, come il suo presidente ha ricordato in una lettera pubblicata sulla stampa tedesca («Die Zeit») il 29 agosto 2012. La contestazione sociale provocata dalle misure di austerità continua a gonfiarsi, ma nulla sembra influenzare la condizionalità delle riforme strutturali di stampo «neo-ordoliberale» richieste dalle istituzioni europee.
articolo completo visibile solo da utenti abbonati

Osservatorio Europa

Osservatorio Europa. Nota periodica di informazione sulle principali notizie relative all’azione sociale della Ue

Articolo scritto da:

Nella Sezione: Rubrica

L’attualità sociale europea ha continuato a essere segnata dall’impatto delle misure d’austerità adottate dai paesi sotto il controllo della Troika (Grecia e Portogallo) o «quasi controllati» (Spagna e Italia). Nel campo della governance economica, i Consigli Ecofin (Economia e finanza) e Epsco (Occupazione e politiche sociali) hanno adottato le conclusioni del Semestre europeo del 2012 e dibattuto sulla ripartizione delle competenze in vista del prossimo Semestre europeo. La riunione del Consiglio europeo a ottobre 2012 ha confermato che la strada verso l’Unione bancaria è complessa. Per il momento si limiterà a un controllo da parte della Bce delle cosiddette «banche sistemiche». Il crescente potere della Banca centrale europea è stato confermato con l’annuncio di un programma di accollo illimitato dei debiti sovrani. La stessa Bce si rifiuta tuttavia di svolgere il suo ruolo di prestatore di ultima istanza: si limiterà ad intervenire sul mercato secondario. Gli Stati membri dovranno farne domanda utilizzando gli strumenti di assistenza finanziaria, con la condizionalità sociale che questa implica.
articolo completo visibile solo da utenti abbonati